EUROSPORTELLO  INFORMA

n°7
15 aprile 2015
“GUIDA PER BENEFICIARI DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI E DI INVESTIMENTO E STRUMENTI AFFINI DELL'UE”
In questa nuova guida viene spiegato come accedere ai Fondi strutturali e d’investimento europei e come utilizzarli in modo efficace. Vengono inoltre fornite informazioni su come sfruttare le complementarità con altri strumenti delle relative politiche dell’Unione europea. Per accedere alla Guida: http://ec.europa.eu/regional_policy/sources/docgener/guides/synergy/synergies_beneficiaries.pdf 

EXPO 2015 - INCONTRI BILATERALI (SETTORE AGROALIMENTARE) - MILANO, 6-7 MAGGIO 2015
Vi informiamo che la Commissione Europea in collaborazione con la rete Enterprise Europe Network organizza il primo di quattro eventi di incontri bilaterali presso EXPO 2015 a Milano.
L'evento si terrà il 6 e 7 maggio p.v. a Milano presso il Padiglione della Commissione Europea.
Coinvolgerà le aziende del settore agroalimentare e le Delegazioni provenienti dai Paesi EuroMed e Turchia.
Vi invitiamo a consultare il flyer e ad iscrivervi nel sito https://www.b2match.eu/expo2015-agrofood
Per maggiori informazioni: Rossana Colombo tel. 041 0999415 - e-mail:  rossana.colombo@eurosportelloveneto.it  e Roberto Bassetto - tel. 041 0999419 - e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it 
  
  
  
  
  

  
  
   EUROSPORTELLO
   

  
  
   Questionario di gradimento dei servizi Unioncamere - Eurosportello del Veneto
  
   Per una valutazione dei servizi offerti nel nostro territorio, vi chiediamo di rispondere a un breve questionario che ci permetterà di conoscere meglio l’utilizzo dei nostri servizi da parte delle imprese e dei soggetti del territorio e il vostro grado di soddisfazione.
Il questionario è anonimo ed è possibile accedervi cliccando qui.

Vi ringraziamo anticipatamente per la collaborazione!
  
  
  

   iniziative di prossima attuazione
  
   APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE D'INTERESSE - FORNITURA DI SERVIZI SPECIALISTICI E DI CONSULENZA PER UNIONCAMERE DEL VENETO - EUROSPORTELLO DEL VENETO
  
RENEXPO WESTERN BALKANS - BELGRADO (SERBIA), 22-23 APRILE 2015 
  
AGRO-MED BIZ ROADSHOW – EVENTO DI INCONTRI BILATERALI SETTORE AGROALIMENTARE MEKNES (MAROCCO), 30 APRILE 2015
  
CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI IN COMMERCIO ESTERO 
  
EXPO 2015 - INCONTRI BILATERALI (SETTORE AGROALIMENTARE) - MILANO, 6-7 MAGGIO 2015
  
  
  
  

   EVENTI E APPROFONDIMENTI
"STRATEGIE E OPPORTUNITÀ DEI FONDI EUROPEI DIRETTI E INDIRETTI PER LE IMPRESE VENETE”
PADOVA, 22 APRILE 2015
TEMI TRATTATI:
  • Programmi H2020 appetibili per le imprese nei settori faro della programmazione 2014/'20
  • Piattaforma dello Sportello Apre come opportunità per la ricerca Partner e individuazione di Reti Europee
  • Opportunità per imprese nel Piano Operativo Regionale: bandi imminenti Regione Veneto
  • 3 Case Study vincenti nella nuova programmazione
  • Box Europa all'entrata per richiesta informazioni: sportello Apre, Camera di Commercio di Padova e Fondazione Fenice. 

Scarica il programma e/o iscriviti.

OPPORTUNITA’ D’INVESTIMENTO NEI SETTORI LEGATI ALLE RISORSE NATURALI IN CROAZIA
MARGHERA VENEZIA, 28 APRILE 2015
Unioncamere del Veneto e Veneto Banca, hanno il piacere di invitarLa alla conferenza “OPPORTUNITA’ D’INVESTIMENTO NEI SETTORI LEGATI ALLE RISORSE NATURALI IN CROAZIA” che si terrà in data 28 Aprile p.v., presso la sala Europa di Unioncamere del Veneto, via delle Industrie 19/ D Marghera – Venezia alle ore 9.00.
L’evento, organizzato con il supporto delle Contee Croate di Vukovar, Varazdin, Fiume ed Istria, sarà aperto a tutte le imprese ed enti intenzionate a sviluppare rapporti commerciali ed economici con il territorio croato.
A margine del convegno, nella sessione pomeridiana, ci sarà l’opportunità di partecipare ai B2B con i relatori provenienti dalla Croazia, previa conferma nella scheda di adesione.
L’occasione sarà utile per: 
fornire agli operatori del settore maggiori informazioni sulle nuove opportunità economiche e commerciali derivanti dall’entrata della Croazia nella UE nel settore delle risorse naturali con particolare rifermento ai settori del turismo, energia, legname ed agricoltura; 
favorire l’ottenimento di informazioni in merito alla percezione dello sviluppo nelle aree prese in analisi; 
fornire un’analisi dettagliata delle modalità operative di accesso ai fondi strutturali. 
Programma dettagliato dell’evento e scheda di adesione all’evento. 
Per ulteriori informazioni sull’evento, contattare il Dr. Luca Pavanato (tel: +39 041 0999411, e-mail: europa@eurosportelloveneto.it).
ACQUISTO STAND ESPOSITIVO PRESSO LA FIERA INTERNAZIONALE DEL FRANCHISING E DEI SERVIZI FINANZIARI E DI CONSULENZA - FEC (FRANCHISING EXHIBITION CROATIA) OPATIJA (CROAZIA) - HOTEL ROYAL, 29-30 MAGGIO 2015 
Abbiamo il piacere di informarVi che la Camera di Commercio Croata di Rijeka organizza, per la prima volta, la Fiera Internazionale del franchising e dei servizi finanziari e di consulenza – FEC (Franchising Exhibition Croatia) che avrà luogo il 29 e il 30 maggio 2015 presso l’hotel Milenij, Opatija. La fiera è stata organizzata in partnership con la Primorje-Gorski Kotar County, la Città di Opatija (Abbazia), la Camera di Commercio e dell’Artigianato della Croazia – la Camera di Commercio e dell’Artigianato della Regione di Primorje-Gorski Kotar, Unioncamere del Veneto, e l’Associazione Croata di Franchising e Surf’n’Fries (la catena di fast food di Rijeka che ha visto il più veloce sviluppo di franchise in Croazia).
FEC è la prima fiera specializzata in franchising, servizi finanziari e di consulenza nella Regione di Primorje-Gorski Kotar, con l’intenzione di diventare una fiera di riferimento nel tempo. Sebbene il business del franchising sia stato presente sul mercato croato per anni, non è né ben conosciuto né adeguatamente promosso come business e questo ha quindi aperto un’opportunità per organizzare un evento del genere nella nostra regione.
È in programma una conferenza scientifica e professionale con argomenti relativi al franchising, alle attività finanziarie e di consulenza.
Per consultare il programma dell’evento http://fec.hgk.hr/?page_id=1230 
Lo scopo dell’iniziativa è far sì che le aziende in franchising croate ed internazionali di successo oltre che i fornitori di servizi finanziari e di consulenza, possano presentarsi durante la Fiera per potenziali aziende per un’offerta completa di servizi, consigli, e informazioni per avviare nuove attività tramite l’acquisto di uno spazio espositivo.
Al fine di prendere visione dei costi riguardanti l’area espositiva e le metrature disponibili, nonché il materiale multimediale e di supporto logistico, consultare il seguente link: http://fec.hgk.hr/?cat=35  
Il termine ultimo per acquistare uno stand è il 30 aprile 2015.
Per assistenza ed informazioni contattare Rossana Colombo – e-mail: rossana.colombo@eurosportelloveneto.it, Roberto Bassetto – e-mail: roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it, Luca Pavanato – e-mail: europa10@eurosportelloveneto.it - tel. 041 0999411.
ECONOMIA: PIANO JUNCKER - LUSSEMBURGO IMPEGNA € 80 MILIONI COFINANZIAMENTO 
Bruxelles, 07 aprile 2015 - All'inizio di aprile, il governo del Lussemburgo ha annunciato l'intenzione di mettere a disposizione 80.000.000 di € nel co-finanziamento di progetti da finanziare da parte del Fondo europeo per la Strategic Investments (EFSI) nel nell'ambito del piano Juncker.
Il governo sostiene l'iniziativa europea che mira a dare una boccata di ossigeno per gli investimenti, ha detto il primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel. I settori di attività che beneficerebbero di assistenza sono l'energia, la tutela dell'ambiente, i trasporti e le infrastrutture sociali.
In qualità di autorità di bilancio, il Parlamento europeo sta cercando una struttura finanziaria che consenta di prendere garanzia del EFSI dal bilancio dell'UE in modo da tagliare i finanziamenti per il minor numero di programmi comunitari e meccanismi finanziari concentrandosi su settori in futuro, come la ricerca e le infrastrutture.
AGRICOLTURA: EMBARGO RUSSO, I COLLOQUI TRA LA GRECIA E LA RUSSIA
Bruxelles, 07 aprile 2015 - Commentando le informazioni, in base alle quali, la Grecia stesse negoziando con la Russia in merito alla revoca dell’embargo sugli ortofrutticoli greci, la Commissione europea ha ricordato che si oppone a negoziati bilaterali in questo settore. "Il principio della parità di trattamento di tutti i paesi della UE deve essere applicato e tutti gli Stati membri devono parlare con una sola voce per i nostri partner commerciali", ha osservato il portavoce del commissario al commercio. Ha aggiunto che il commercio è stato un settore in cui l'UE ha la piena responsabilità e nessuno può agire in maniera disgiunta dagli altri stati membri.
PESCA: MISURE TECNICHE PER RISOLVERE I PROBLEMI DELLE RETI A STRASCICO
Bruxelles, 07 aprile 2015 - La commissione pesca del Parlamento europeo potrebbe sottoporre a votazione la proposta controversa che vieta le reti a strascico. Tuttavia, sono state discusse alternative a questo metodo di pesca.
Il ricercatore italiano Antonello Sala ha presentato uno studio sulle soluzioni alternative alle reti a strascico. Egli ha individuato, in nove Stati membri dell'UE (Bulgaria, Francia, Italia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna, Svezia e Regno Unito) dei sistemi attivi di pesca a strascico. Insieme rappresentano per circa 3.640 imbarcazioni, la maggior parte delle quali sono piccole (10-12 metri). Più di 20 specie diverse vengono catturate con questo metodo di pesca. Sala ha descritto alcune caratteristiche altamente tecniche (spessore del filo ritorto, dimensioni delle maglie, e più) che dimostrano la diversa selettività delle reti. "Le dimensioni della maglia variano con la dimensione delle specie pescata", ha dichiarato. Egli ha sostenuto che il divieto europeo di reti a strascico"su larga scala" (oltre 2,5 chilometri di lunghezza) deve essere mantenuta. "Tuttavia, l'applicazione della legislazione non ha fermato l'espansione delle stesse. Inoltre, la definizione di 'reti a strascicò nel regolamento 2007 non è abbastanza specifica".
Soluzioni politiche. Sala ha esposto le quattro possibili opzioni: 1) il mantenimento dello status quo; 2) misure tecniche (spessore del filo, dimensioni delle maglie, etc.); 3) un divieto UE selettivo delle attività di pesca con reti a strascico, dove il rischio per le specie protette è più elevato; 4) un divieto generale di pesca con reti a strascico. La preferenza del ricercatore è per una combinazione delle opzioni 2 e 3.
BUONE PRATICHE RACCOLTE IN VENETO DA UCV PER IL PROGETTO WELCOME & CO
Unioncamere del Veneto desidera informarvi che oltre alla guida nella quale sono state raccolte le buone pratiche europee di tutti i Partner, ne è stata elaborata una dedicata alla promozione delle azioni di mobilità gestite dalle Organizzazioni che si occupano di scambi nella regione Veneto e che hanno collaborato attivamente alla promozione ed all’implementazione della piattaforma. 
Tale materiale è disponibile al seguente link del sito: http://www.welcomesmemobility.com/best-practice-catalog.php  
Ricordiamo che inserendo i vostri contatti nella la Piattaforma Welcome & CO verrete catalogati in un database Europeo che si occupa di mobilità lavorativa e scolastica. Si tratta di un servizio gratuito che intende fornirvi un’opportunità semplice ed immediata per promuovere la vostra organizzazione e per partecipare a programmi internazionali di lavoro e di tirocinio in Europa. Particolare attenzione verrà riservata alle entità più piccole, che spesso faticano ad inserirsi in network internazionali. 
Fare un tirocinio in un altro Paese è un’opportunità da non perdere, per studenti, lavoratori e per le aziende ospitanti perché permette di instaurare nuovi rapporti di business e potenziare quelli già esistenti. 
Per iscriversi è sufficiente compilare la scheda al seguente link: http://www.welcomesmemobility.com/register.php 
Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea, attraverso il Programma Leonardo da Vinci Life Long Learning, coordinato dalla Camera di Commercio di Cantabria e di cui Unioncamere del Veneto, insieme ad altre Istituzioni Europee, è partner. 
  
  
  

   NORMATIVA COMUNITARIA
  
TUTELA DELLA SALUTE
RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'esercizio della delega conferita alla Commissione conformemente alla direttiva 2001/83/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 6 novembre 2001, recante un codice comunitario relativo ai medicinali per uso umano e conformemente al regolamento (CE) n. 726/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 31 marzo 2004, che istituisce procedure comunitarie per l'autorizzazione e la sorveglianza dei medicinali per uso umano e veterinario e che istituisce l'agenzia europea per i medicinali COM(2015) 138 final
  
  
   gare d'appalto
  
   Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture. 
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito EUROAPPALTI.
  
  
  
   ricerca partner
  
   Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.
  
  
  

   bandi europei
  
   Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali dell’ Europea.
  
  
  
   bandi e fondi strutturali
  
  

Regione Veneto - Finanziamento - Scade il 30/06/2015 
Bando a sportello per il finanziamento di iniziative a sostegno del tessuto produttivo dell'area del Polesine

Regione Veneto - Finanziamento - Scade il 30/06/2015 
POR FESR 2007-2013 - Azione 2.1.3. - Fondo di rotazione e contributi in conto capitale per investimenti finalizzati al contenimento dei consumi energetici.

L'utilizzo delle risorse POR CRO (2007-2013) parte FESR nella Regione del Veneto
Conferenza stampa dell’Assessore Roberto Ciambetti - 30/12/2014

Si informa che è disponibile nel sito internet regionale la pagina relativa alla conferenza stampa tenutasi il 30/12/2014, in cui l’Assessore Roberto Ciambetti ha illustrato i risultati conseguiti nel 2014 dalla Regione del Veneto nell’utilizzo delle risorse del POR CRO FESR 2007-2013.
http://www.regione.veneto.it/web/programmi-comunitari/attivita-informativa-principale-2014  

  
  
  
   eurocooperazioni
  
   Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali.
  
  
  
  
  
  
  

  
  
   I NOSTRI SPORTELLI
  

  
  
   sportellO BRUXELLES
  

  

NOTIZIE DALLA SEDE DI BRUXELLES
Il piano Juncker continua il suo percorso
Lunedì 13 aprile, presso il Comitato delle Regioni, si è tenuta la conferenza inaugurale di lancio dell’Intergruppo del Parlamento europeo per gli Investimenti di lungo termine e la Reindustrializzazione, ovvero l’Intergruppo che seguirà più da vicino il cosiddetto Piano Juncker e il dibattito che lo circonda. L’Italia ha schierato in prima file Cassa Depositi e Prestiti, che ha spinto per la creazione dell’Intergruppo per gli investimenti e che contribuirà a finanziare il Piano con 8 miliardi di euro. La delegazione di Bruxelles, che ha partecipato all’evento inaugurale, considera il piano una priorità e seguirà attivamente i lavori dell’Intergruppo per comunicarne i risultati.

La rete d’impresa SETA si unisce agli enti domiciliati
La delegazione di Unioncamere del Veneto di Bruxelles, di concerto con la Regione Veneto, continua ad impegnarsi per allargare la sua rete di enti domiciliati al fine di collegare il territorio Veneto con le realtà istituzionali europee. Ad aprile anche la rete di Impresa SETA, che è costituita dalla collaborazione tra tre laboratori di ricerca (Ecam Ricert, Normachem srl e Unilab srl) ha deciso di affidarsi al servizio di domiciliazione per rafforzare la sua partecipazione europea.

APPROFONDIMENTI IN RILIEVO
Consulta anche tu l'archivio digitale della Delegazione di Unioncamere del Veneto di Bruxelles al sito http://www.eurosportelloveneto.it/report.asp. Troverai un archivio digitale con tutti i report, organizzati per tematica di riferimento, dei principali approfondimenti (eventi e commissioni parlamentari) eseguiti dalla delegazione di Bruxelles.
  • Why services are critical in TTIP: Il giorno 25 marzo 2015 si è tenuta, presso la sede del Centre for European Policy Studies (CEPS), una conferenza riguardante le maggiori criticità, del partenariato transatlantico TTIP, nell’ambito dei servizi. Ad inaugurare l’evento, è intervenuto Jacques Pelkmans (Senior Research Fellow, Regulatory Policy, CEPS), il quale ha spiegato che durante il convegno si cercherà di fare il punto su quanto è stato finora negoziato nel TTIP, in materia di servizi, e si illustreranno le possibili azioni da intraprendere per poter risolvere le attuali problematiche. …Maggiori informazioni;
  • Riunione Commissione Parlamentare TRAN: Il giorno 26 marzo 2015 si è riunita la Commissione TRAN del Parlamento Europeo; questo report si concentrerà sulla Task Force sul Turismo - discussione sulla politica dei visti ....Maggiori informazioni.
ALCUNI DEI PROSSIMI EVENTI IN PROGRAMMA
  • 15 aprile: AN INVESTMENT PLAN FOR EUROPE, JOINING FORCES, Comitato delle Regioni, Rue Belliard 101, B-1040 Brussels, 9:30 – 16:45; 
  • 22 aprile: CONFERENZA SUL REGIME GIURIDICO DELLE AUTORITÀ PORTUALI, Regione Friuli Venezia Giulia, Rue du Commerce 49, B-1040 Brussels, 12:00 – 13:30;
  • 27 - 28 aprile: GROW YOUR REGION – DELIVERING SMART SPECIALISATION AND ECONOMIC TRANSFORMATION THROUGH CLUSTERS, Square, Brussels meeting centre, glass entrance, Rue Mont des Arts, B-1040 Brussels, 13:00 -18:45; 
  • 29 aprile: RIM PLUS 2015-2016: DEVELOPING NEW INDUSTRIAL VALUE CHAINS THROUGH OPEN INNOVATION AND COLLABORATION, Regione Emilia Romagna, Rue Montoyer 21, B-1040 Brussels, 09:30-18:00
  
  
  
  
   sportellO CROAZIA
  

   Lo Sportello Croazia nasce per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni riguardo i fondi strutturali erogati dalle autorità croate dopo l’entrata della Repubblica di Croazia nell’Unione Europea, per il periodo 2014 - 2020. L’obiettivo principale è quello di favorire lo sviluppo degli scambi commerciali fra la Regione Istriana e Litoraneo Montana e la Regione Veneto, nonché la collaborazione fra gli investitori delle Regioni sopracitate, fornendo informazioni ed assistenza ai processi di internazionalizzazione ed esportazione con particolare riferimento alle politiche comunitarie.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio Istro - Veneta, fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di più sui fondi strutturali e sulle opportunità di finanziamento che questi offrono.

Per ottenere maggiori informazioni sui bandi già pubblicati, su quelli di prossima attivazione, sulle condizioni di eleggibilità e per ricevere la newsletter periodica sui fondi strutturali Vi preghiamo di prendere contatto con la segreteria della Camera di Commercio Istro – Veneta:
Tel: +385 52852055
E-mail: segreteria.cciv@gmail.com  
Rudarska 1
Labin (Albona)
Croazia

La Camera di Commercio Istro-Veneta è lieta di comunicarVi che è on-line il sito alla pagina: www.gkiv.hr
All'interno potrete trovare tutte le informazioni riguardo i bandi dei fondi strutturali europei con le relative linee guida, le opportunità d'investimento in territorio Croato e molto altro ancora.  

  
  
  
  
   sportellO u.s.a.
  

   Eurosportello Veneto-Stati Uniti nasce per dare assistenza e supporto informativo alle PMI Venete interessate ad investire e/o ad esplorare ed operare nel mercato americano. Con l’obiettivo di promuovere e rafforzare la cooperazione transatlantica, lo sportello fornisce informazioni e assistenza anche ad imprese americane interessate a diverse forme di cooperazione transatlantica orientandone il focus e gli obiettivi verso il territorio veneto.
Lo Sportello ha base a New York ed è il frutto di un accordo di collaborazione con l’unico ufficio della rete europea Enterprise Europe Network (EEN) presente negli Stati Uniti. Lo sportello opera coordinandosi con le istituzioni italiane, con la rete delle camere di Commercio Italiane negli Stati Uniti e con istituzioni e soggetti americani attivi nel sostegno all’imprenditoria. La costituzione e il rafforzamento di tale network sono condizione necessaria per stimolare e partecipare attivamente al Programma europeo di cooperazione transatlantica, fornendo in questo modo alle imprese strumenti e opportunità concrete di confronto costruttivo attraverso la presentazione di progetti condivisibili soprattutto nell’ambito della Ricerca e dell’innovazione.

Eurosportello Veneto - USA
c/o EABO (European American Business Organization)
Tel: +1 347 821 2384 – Fax: +1 212 972 3026
E-mail: debacco@eurosportelloveneto.it  
Referente: Beatrice De Bacco
  
  
  
  
   SPORTELLO apre
  

  
INFO DAY 'CLEAN SKY 2 - CALL for CORE PARTNERS'
Rome, CNR - Piazzale Aldo Moro (Rome, Italy)
Organizzato da: ACARE ITALIA 
ACARE Italia, piattaforma tecnologica del settore Aeronautica e Trasporto Aereo, il 19 maggio 2015 organizza presso la sede centrale del CNR in Roma l'evento informativo nazionale dedicato al Programma Clean Sky 2 di Horizon 2020 nel quale sarà presentata la II Call for Core Partner (e.g. Wave II) di Clean Sky 2 (http://cleansky.eu/content/homepage/about-clean-sky-2) che si aprirà ad aprile 2015.
L'evento nazionale è organizzato per fornire alle industrie, centri di ricerca, PMI, università ed altre organizzazioni interessate informazioni e dettagli utili alla preparazione di proposte di candidatura ad essere partner strategici del progetto.
Gli aspetti tecnici del programma e delle richieste di collaborazione presenti nella Call nonché gli aspetti amministrativi utili ad indirizzare la partecipazione alla Call for Core Partner saranno illustrati e discussi da rappresentanti del Clean Sky 2 Joint Undertaking, e dai leader delle piattaforme Clean Sky 2 interessate alla
Wave II. 
Link
Per informazioni rivolgersi a: bozzoli@apre.it; tegas@apre.it; mdeangelis@apre.it 
BROKERAGE EVENT PER IL PROGRAMMA SCIENCE WITH AND FOR SOCIETY
BRUXELLES, 22 MAGGIO 2015
Il 22 maggio 2015 si terrà a Bruxelles il brokerage event con incontri bilaterali pre-organizzati al fine di facilitare la creazione di partenariati e collaborazioni internazionali per il ProgrammaScience with and for Societydi Horizon.
La partecipazione al brokerage event è gratuita, previa registrazione sul sito ufficiale dell'evento.
Maggiori informazioni rispetto all’evento nonché il programma, e la possibilità di registrarsi sono disponibili al link: https://www.b2match.eu/horizon-swafs2015 
Leaflet
In APRE contattare:
gualandi@apre.it; dagostino@apre.it; ferraro@apre.it 
Per ulteriori informazioni clicca qui
#WIRE 15, WORKSHOP IMPRESA, RICERCA ED ECONOMIA 
21 MAGGIO 2015 - SCUDERIE ALDOBRANDINI, PIAZZA MARCONI 6 FRASCATI (RM)
Sei un'azienda, un ricercatore o un potenziale investitore? Hai un'idea e vorresti presentare un tuo progetto? #WIRE15 è l'evento che fa per te. Giovedì 21 maggio, dalle 9 alle 18 presso le Scuderie Aldobrandini, Piazza Marconi 6 Frascati (RM) al via il Workshop Impresa, Ricerca ed Economia - #WIRE15. L'appuntamento, ad ingresso gratuito ed organizzato da Frascati Scienza, intende creare uno spazio per ascoltare le necessità delle imprese, condividere le idee della ricerca e coinvolgere finanziatori per migliorare la catena dell’innovazione nel Lazio e in particolare nel territorio tuscolano. Imprenditori, ricercatori e finanziatori avranno 5 minuti a loro disposizione per poter raccontare in modo semplice e comunicativo chi sono, cosa fanno le loro esigenze ed idee. Leggi la locandina dell'evento
Per iscriversi e per avere maggiori informazioni: #WIRE15 http://wire15.frascatiscienza.it/ 
HEALTH-2-MARKET ACADEMY: “ENTREPRENEURSHIP AND BUSINESS PLANNING IN HEALTH/LIFE SCIENCES” - HOTEL DOMUS NOVA BETHLEM, DAL 1 GIUGNO 2015 AL 5 GIUGNO 2015
Organizzato da: APRE con il supporto della Business School SKEMA (Francia) (http://www.skema.edu/
Obiettivo dell'evento è di fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per la pianificazione e l'esecuzione delle loro idee di business, trasformandole da semplici idee a progetti di successo
La seconda Academy, organizzata dalla Business School SKEMA, si terrà dall’ 1 al 5 Giugno 2015a Roma e ha come obiettivo quello di fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per la pianificazione e l'esecuzione delle loro idee di business, trasformandole da semplici idee a progetti di successo: http://www.health2market.eu/academy/5 
Le Academies, forniscono, in maniera gratuita, una formazione personalizzata per un numero ristretto di partecipanti attraverso i contributi di esperti del settore ed analisi di casi pratici e storie di successo. Mediante un approccio pratico, i ricercatori lavoreranno sulle proprie idee, accompagnati e guidati da professionisti partner della rete di Health-2-Market.
Scadenza per la registrazione: 18 Maggio 2015 
Per ulteriori informazioni: http://www.health2market.eu/academy/5 
   VISUALIZZA TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI.
  
  
  
  
  
  

  
  
   altre iniziative
  

  
  
   EGOINg abroad, a cura di eurocultura
  
   Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che gli è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità. 

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it 
www.eurocultura.it 
  
   il parere dell'esperto
La casa: in città o in campagna
di Bernd Faas
Career Counsellor
Nei prossimi anni le opportunità di lavoro qualificato all’estero aumenteranno in continuazione (già oggi mancano medici e infermieri in tutta l’Europa settentrionale; maestre d'asilo, operatori turistici e commerciali con le lingue in Germania, personale IT nel Regno Unito; ingegneri, operatori CNC e personale alberghiero quasi dappertutto. 
Cresceranno sempre di più sia le occasioni di lavoro fuori dalle grandi città, sia le innovazioni nel trasporto pubblico e nel lavoro (telelavoro, part-time, settimana corta con orario giornaliero prolungato).
Serve solo un po’ di tempo in più per trovarle.
Ma . . . dove risiedere?
Città o campagna, terra anglosassone, tedesca o francofona, Europa o mondo. Quando si comincia a pensare di vivere e lavorare all’estero per un periodo medio-lungo, la zona geografica è un fattore da non trascurare. 
Una buona conoscenza della lingua e un curriculum qualificato costituiscono la base per aver successo. Ma nella preparazione devono essere considerati anche la casa e il rispettivo costo.
Nelle grandi città
Scegliere una metropoli come Londra o Dublino implica un affitto molto alto, se si vuole fare il nido in una zona centrale o semicentrale. 
A Londra una casa singola è a portata di mano solo per chi riceve una retribuzione estremamente consistente. Un bicamere, notevolmente più piccolo rispetto al corrispondente in Italia, se lo può permettere chi prende uno stipendio da bancario della City, non da commessa. Qualche volta ne servono due di stipendi per pagare, la “council tax” e le vari utenze.
Più andiamo lontano dal centro, più gli affitti diventano abbordabili. In questo caso, però, possono aumentare sensibilmente il costo dei trasporti e, se si lavora nella zona centrale, la quantità di tempo necessaria per raggiungerlo. Due e più ore al giorno non sono rare, viste le dimensioni della città.
A Berlino invece la retribuzione può essere anche inferiore del 30%, senza che, per questo, rimangano meno soldi in tasca. Si può tranquillamente abitare a meno di 30 minuti dal lavoro, perché sia gli affitti che il trasporto pubblico sono decisamente meno costosi rispetto a Londra, Dublino e Parigi. Per non parlare delle altre voci, come la spesa quotidiana, la pizza, la birra e il caffè che a Londra raggiungono anche i 30 Euro mentre a Berlino restano intorno a 15.
La scelta di abitare lontano dal posto di lavoro non significa automaticamente passare molto tempo sui mezzi di trasporto. Per esempio, abitando a Tours, che dista 235 km da Parigi, si può arrivare a Montparnasse in poco più di un’ora con il TGV (treno ad alta velocità). Oggi i treni ad alta velocità collegano Madrid a Siviglia e Barcellona, Francoforte a Berlino e Monaco, Parigi a Bruxelles ed Amsterdam. Già oggi in varie zone europee distanze di 100 km o più tra casa e lavoro si possono percorrere in meno di un’ora. Tempi impensabili con l’automobile.
Nelle città medie e in campagna
Abitare in campagna comporta probabilmente meno tempo libero durante la settimana e un notevole guadagno nella qualità del tempo libero: potendo sfruttare la natura davanti a casa per camminare o fare jogging, si risparmia la palestra e si vivono momenti di assoluto relax e sicurezza.
La scelta della città di media dimensione, invece, può coniugare i vantaggi della vita urbana e l’offerta culturale con la tranquillità e la natura della campagna. I costi per tutte le varie voci sono più bassi che nella grande città, a partire dalla serata al pub. Gli affitti sono più alti che in campagna ma sempre lontani da quelli delle metropoli.
Chi si sposta con la famiglia deve prendere in considerazione la presenza delle scuole per i figli. In campagna è un problema, mentre nelle città a partire da 20-30.000 abitanti l’offerta può essere completa.
DESTINAZIONE ESTERO“ DI EUROCULTURA
I prossimi appuntamenti „Destinazione Estero“ di Eurocultura: 
Clicca qui
FOCUS. ENERGIE RINNOVABILI
Fornite da sole, vento, calore dalla terra, cascate, maree, piante, ecc., le energie rinnovabili generano rifiuti o emissioni in quantità minime o addirittura nulle.
Partecipano perciò alla lotta contro il riscaldamento globale e contro le emissioni di CO2 in atmosfera, facilitano la gestione razionale delle risorse locali, creano posti di lavoro. 
Garantiscono un flusso inesauribile, mentre i combustibili fossili risultano in via di esaurimento.
Energie rinnovabili in Europa
Optare per le energie rinnovabili significa fare la scelta responsabile di impegnarsi per lo sviluppo sostenibile e per le generazioni future. Nel 2015, se i Paesi dell'Unione europea avranno soddisfatto i propri impegni, l'energia elettrica prodotta in Europa dovrebbe provenire da fonti rinnovabili di energia per il 25%.
La Svezia ha rinunciato ai combustibili fossili: tram a biogas, riscaldamento da biomasse, ecc. 
La Scozia investe sulle energie rinnovabili, in particolare sulle onde e sul vento d’alto mare. 
La Germania si pone l’obiettivo di raggiungere il 47% di energia rinnovabile nel 2020.
Copenaghen si è già meritata il titolo di capitale più sostenibile d’Europa: quasi il 20% del fabbisogno energetico nazionale è già coperto dalle centrali eoliche, molte off-shore. Per il futuro il Governo danese punta sulle biomasse come la fonte rinnovabile che potrà dare il contributo maggiore per affrancare la Danimarca dai combustibili fossili entro il 2050.
La Spagna è oggi il secondo produttore mondiale di energia eolica ed il maggior produttore di energia solare nell’Unione europea.
Perfino la Polonia punta in misura sempre crescente sulle energie rinnovabili, che dovranno passare al 15% già nell’anno 2020 e al 20% nel 2030. A tal fine dovranno essere promossi investimenti in particolare nel settore degli impianti a biogas.
Nel corso degli ultimi anni, perciò, lo sviluppo delle energie rinnovabili in Europa ha preso uno slancio concreto. Le ragioni non sono solo ambientaliste (lotta contro le emissioni di gas serra, contro l’inquinamento, ecc.), ma anche economiche (riduzione della dipendenza energetica, ecc.).
La Commissione europea ha ribadito il proprio impegno a favore dello sviluppo delle energie rinnovabili, mediante alcune direttive (sull'elettricità verde, sull’efficienza energetica degli edifici, sui biocarburanti, sull'efficienza dei servizi energetici, ecc), la fissazione di obiettivi sviluppo su orizzonti diversi e un programma di azioni.
Da ciò derivano diversi tipi di posti di lavoro: si va dalla ricerca e dallo sviluppo alla produzione e alla distribuzione (settore industriale), ma anche informazione e sensibilizzazione, studio e progettazione per l'installazione e la manutenzione delle apparecchiature presso l'utente finale.
Ambiente: sbocchi professionali
Relativamente all’occupazione le esigenze riguardano ingegneri, project manager e tecnici, oltre che commerciali e consulenti. Le energie rinnovabili creano più posti di lavoro rispetto ai combustibili fossili.
L’eolico
Eolo era il dio dei venti nell’antica Grecia, quello che si adirò con Ulisse e ne mise in pericolo il viaggio. Gli antichi mulini a vento hanno lasciato il posto a moderne turbine a vento, un settore in piena espansione. Collocate sulla terraferma o in mare aperto, le turbine eoliche utilizzano il vento per generare elettricità o per il pompaggio dell'acqua. Creano problemi di rumore e di inquinamento visivo, e non hanno del tutto risolto la questione del trasferimento di energia. La loro diffusione è destinata a triplicare nei prossimi anni. Anche quando le turbine eoliche sono costruite all'estero, ogni Paese deve gestirne l'installazione, il funzionamento e la manutenzione delle attrezzature.
Nel settore dell'energia eolica la Danimarca è leader mondiale, poiché copre così il 20% del fabbisogno di elettricità nel paese. Nei prossimi anni sono in programma massicce installazioni in Francia.
Il project manager è un ingegnere in energia eolica e ha conseguito un Master specializzato in eolico e solare. Lavora in ufficio e cerca possibili siti di impianto. L'obiettivo è quello di ottenere un permesso di costruzione. Deve analizzare i siti in base alla geologia e alla meteorologia, ma anche rispetto all’impatto sulla zona circostante.
Il project manager è assistito da tecnici eolici, che sviluppano la tecnologia delle macchine - pali, anemometri, pale, rotori - usando le proprie conoscenze circa i flussi dei venti.
L'operatore di parchi eolici, spesso in possesso di un diploma in manutenzione industriale, garantisce il funzionamento e la manutenzione.
Il solare
Questa energia durerà finché durerà il sole, cioè ancora per 5 miliardi di anni!
Può essere termica (acqua calda) o fotovoltaica (celle solari con silicio - materiale non rinnovabile) e può essere convertita in elettricità. L'energia solare può essere prodotta in singole installazioni o su grandi superfici.
Tra i nuovi mestieri possiamo anche citare quello di produttore di bagni solari: un’azienda specializzata in bagni pubblici ha sviluppato e venduto dei servizi igienici per le scuole, forniti di acqua piovana e dotati di pannelli solari.
L’ingegnere solare (specializzato in ingegneria elettronica e termica), sviluppa e controlla i progetti di installazione e di innovazione della ricerca (rendendo più conveniente il fotovoltaico, per esempio). Il monitoraggio può essere fatto da remoto mediante computer.
Il tecnico fotovoltaico assiste l'ingegnere solare. Titolare di un diploma in elettrotecnica, per esempio, installa gli apparecchi sul posto, ma può anche lavorare in un ufficio studi. Il lavoro esterno richiede forma fisica; quello in ufficio una buona conoscenza del software.
Legno, biomassa e biogas
Il legno è un materiale rinnovabile per eccellenza (se si è attenti a ripiantare gli alberi necessari!). È utilizzato per il riscaldamento e l’edilizia.
La biomassa è di origine organica: tutta la materia vivente (batteri, funghi, piante, animali, ecc.) può essere una fonte di energia. La biomassa può essere trasformata in un particolare combustibile. 
Il biogas (ottenuto dalla fermentazione di rifiuti organici senza la presenza di aria) si ottiene anche mediante la conversione dei fanghi prodotti dal trattamento biologico delle acque reflue, e diventa calore o elettricità. 
Questo recupero di energia è un settore che si sta sviluppando. La Francia si appresta ad utilizzare il biometano nelle reti di gas naturale. A Lille il biogas recuperato dai rifiuti alimenta il trasporto pubblico urbano. I rifiuti organici sono usati per fare il compost, che può fertilizzare i campi rispettando l'ambiente.
Oro verde: questo è il nuovo appellativo del vecchio letamaio da quando si è scoperto come ricavarne biogas! Si consideri che perfino le ceneri prodotte dalla conversione del letame in biogas, possono essere usate in agricoltura come fertilizzante naturale.
Le aziende specializzate nella produzione di biogas da letame continuano a crescere, e continuano a cercare ingegneri e tecnici.
Gli ingegneri specializzati si occupano di realizzabilità e gestione dei progetti per conto di aziende ed enti locali.
L’idraulica
È il ramo della fisica che studia i liquidi sotto pressione. La potenza idraulica è fornita dal movimento dell'acqua (maree, onde, fiumi, cascate). Può essere convertita per produrre energia idroelettrica tramite un generatore. La Norvegia sta testando una centrale elettrica la cui energia è fornita attraverso una tecnica utilizzata negli impianti di desalinizzazione, utilizzando il fenomeno di osmosi tra acqua salata e acqua dolce.
L'ingegnere idraulico è uno specialista in meccanica dei fluidi. Lavora per società di produzione, società di consulenza, enti locali, ecc. È assistito da tecnici diplomati che attuano l’installazione e la manutenzione delle macchine.
L'ingegnere, per esempio, svolge ricerche sulle correnti oceaniche, che sono fonti di energia prevedibile e affidabile. 
Il geotermico
La geotermia è lo studio dei fenomeni termici all’interno della terra e dei mezzi tecnici per catturarne il calore e trasformarlo in energia da consumare (riscaldamento e acqua calda). Quanto più si scava, più il caldo è intenso. Si tratta soprattutto di falde di acqua calda (sorgenti idrotermiche).
L’ingegnere geotermico si dedica prevalentemente alla ricerca.
Il tecnico diplomato si occupa di installazione e funzionamento.
Ambedue lavorano sul campo: in particolare l'ingegnere conduce studi sul campo, guida le perforazioni e la progettazione di strutture. Il calore dalla sorgente ad alta temperatura può essere convertito in elettricità; se la temperatura è più bassa, il calore può essere utilizzato per il riscaldamento (per es.: pompe di calore).
Indirizzi utili
Qui di seguito pubblichiamo alcuni link di grandi organizzazioni di vari Paesi europei, dove si possono trovare gli indirizzi di società che operano nel campo ecologico con varie specializzazioni. Esplorandoli sistematicamente, ciascuno può trovare l’occasione giusta per il proprio lavoro. Si possono trovare anche offerte interessanti per studenti che vogliono fare uno stage.

http://ec.europa.eu/dgs/jrc/  
JRC Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea

www.ewea.org  
European Wind Energy Association. Contiene i link a tutte le aziende associate e una sezione dedicata alle offerte di lavoro nel settore eolico.

www.eref-europe.org  
Federazione di associazioni europee che operano nel settore dell’energia prodotta da fonti rinnovabili, come le piccole centrali idroelettriche, eolico, maree, moto ondoso, bioenergia, solare e geotermica.

www.renewableenergyworld.com  
Sito americano con informazioni sulle aziende di energie rinnovabili e offerte di lavoro negli USA, in Canada e dintorni.

www.canadiansolar.com  
Canada. Uno dei maggiori produttori di pannelli solari nel mondo

www.bwea.com  
Associazione delle società britanniche che i occupano di energia dal vento e dal mare. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.ampair.com  
Regno Unito. Produttore di turbine eoliche.

www.3m.com/renewable  
www.windandsun.co.uk  
Regno Unito. Forniscono impianti per la produzione di energia solare fotovoltaica ed eolica.

www.rwe.com  
Uno dei maggiori produttori tedeschi di elettricità. Attualmente è impegnato nella progettazione e installazione di centrali eoliche e a biomassa in Polonia e Regno Unito

www.wind-energie.de  
Associazione delle società tedesche dell’eolico. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.vestas.com  
Una delle maggiori società tedesche che si occupano di parchi eolici.

www.ssb.eu 
www.abo-wind.com  
Società tedesche per la produzione di energia eolica.

www.windnovation.com  
Società tedesca di consulenza per la produzione di energia eolica.

www.bosch-solarenergy.it  
La sezione dedicata al solare della potente società tedesca.

http://biogas-edelstahl.de/  
Germania. Impianti per la produzione di biogas.

www.a-storm.de  
Germania. Impianti idraulici.

www.thoeni.com  
Austria. Impianti per la produzione di corrente e calore da fonti di energia rinnovabili.

www.appa.es  
Associazione spagnola dei produttori di energie rinnovabili. Contiene liste di società distinte per settore.

www.aeeolica.es  
Associazione delle società spagnole dell’eolico. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.gin-ko.com  
Agenzia spagnola per la selezione di personale da destinare al settore delle energie rinnovabili.

www.acciona.es  
Società spagnola che si occupa di ricerca, progettazione e realizzazione di parchi eolici.

www.vindkraftsbranschen.se  
Associazione delle società svedesi dell’eolico. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.svensk-vindkraft.org  
Organizzazione svedese dei proprietari di turbine eoliche.

www.windpower.org  
Associazione delle società danesi dell’eolico. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.dk-wind.com  
Associazione delle società danesi dell’eolico. Contiene i link a tutte le società aderenti.

http://psew.pl/  
Associazione delle società polacche dell’eolico. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.hydranet.net  
Società francese. Progetta e installa impianti per la depurazione dell’acqua.

www.enr.fr  
Associazione francese delle società operanti nel settore delle energie rinnovabili.

www.ademe.fr  
Istituzione governativa francese dedicata ai temi ecologici. Contiene una lista di società del settore.

www.edora.be  
Federazione dei produttori belgi di energia rinnovabile. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.nwea.nl  
Associazione delle società olandesi dell’eolico. Contiene i link a tutte le società aderenti.

www.energie-rinnovabili.net  
www.rinnovabili.it  
Informazioni utili 
STAGE NELLA SICUREZZA EUROPEA ALL'OSCE A VIENNA
L’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) è un'organizzazione di sicurezza paneuropea i cui 56 Stati partecipanti coprono l’area geografica da Vancouver a Vladivostok. Quale accordo regionale ai sensi del Capitolo VIII della Carta delle Nazioni Unite, l’OSCE si è autodefinita strumento fondamentale nella sua regione per il preallarme, la prevenzione dei conflitti, la gestione delle crisi e la ricostruzione successiva ai conflitti in Europa.
L’attività dell’Organizzazione si esplica in tre settori fondamentali (detti “dimensioni”), eredi dei tre cesti della Conferenza per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (CSCE): la dimensione politico-militare, che affronta gli aspetti militari della sicurezza; la dimensione economico ambientale (che affronta prevalentemente i temi dell’energia, dell’ambiente e dello sviluppo economico); la dimensione umana, dedicata alle tematiche dello stato di diritto ed alla tutela dei diritti umani.
L'OSCE dispone di una propria rete di Missioni che operano, sulla base di diversi mandati, nei Balcani, nel Caucaso, in Asia Centrale e in alcune ex Repubbliche della Unione Sovietica. In queste Missioni operano esperti qualificati messi a disposizione dagli Stati partecipanti.
L'OSCE offre un numero limitato di posizioni per tirocini, a seconda delle esigenze dei vari dipartimenti. Il tirocinio dura tra i due e i sei mesi e non costituisce un impegno da parte dell'organizzazione per l'assunzione. Il luogo di lavoro è nella sede centrale a Vienna oppure in una delle missioni periferiche. Si tratta, inoltre, di un tirocinio non remunerato.
Requisiti del tirocinante:
  • studenti all'ultimo anno di istruzione superiore (università o istituti accreditati), neolaureati (entro un anno dal diploma)
  • limite di età di 30 anni
  • ottima conoscenza dell'inglese, sia scritto sia parlato; ottime competenze informatiche

Per candidarsi è necessario scaricare il bando di candidatura (Application form for internships): www.osce.org/employment/91 

OSCE
Department of Human Resources, Recruitment Section
6 Wallnerstrasse
AT- 1010 Vienna
www.osce.org 

bUONO A SAPERSI
Mappe geografiche
Chi vuole andare all’estero, ha spesso bisogno di sapere dove si trova il luogo di una determinata offerta lavorativa, com’è il clima, come prenotare un alloggio, come arrivare con i mezzi pubblici, quali sono i giorni festivi, come cercare un numero di telefono. Per trovare velocemente una risposta, ci si può servire di vari siti Internet.
www.mapsofworld.com 
www.worldatlas.com  

www.atlapedia.com
 
Tutti il mondo politico e geografico con i dati principali su storia ed economia. 

www.it.map24.com
 
Spostarsi da A a B in ogni angolo d’Europa e dell’America del Nord. In italiano. Registrazione necessaria.
OFFERTE ALL'ESTERO
Colti al volo – Lavoro
Colti al volo – Stage
EUROCULTURA SEGNALA
All’estero per lavoro, stage, studio e volontariato. “Gratis gli approfondimenti di MUOVERSI” 
Colti al volo – Volontariato
Colti al volo – Scambi 
Colti al volo – Varie
  
  
  
   Centro di formazione in Europrogettazione
Venice International University
Isola di San Servolo - Venezia
  
   Dal 1999 viene organizzato (spesso in più edizioni annuali) il Master in Europrogettazione, aperto a tutti coloro che intendano affrontare gli aspetti legati alla redazione e allo sviluppo di un progetto europeo: dalla ricerca e individuazione delle informazioni al partenariato, dal budget alla definizione di un piano di comunicazione e disseminazione efficace. Il Master ha un taglio pratico e operativo, ed è adatto sia a chi si accosta per la prima volta alla progettazione europea, sia a chi ha già acquisito esperienza e desidera strutturare al meglio le proprie competenze. Largo spazio è lasciato all'esercitazione in piccoli gruppi omogenei, in base ai settori di provenienza degli allievi. 
Il Master offre inoltre un periodo di assistenza alla redazione di un progetto, che l'interessato svilupperà autonomamente con l'assistenza dei nostri tutors, e al termine del quale potrà conseguire il Master (non obbligatorio per l'allievo, a cui viene comunque rilasciato un attestato di frequenza).
Dal 2004 al Master in Europrogettazione è stata affiancata la Scuola di gestione dei progetti europei, finalizzata ad approfondire tutte le problematiche inerenti alla vita di un progetto approvato: i rapporti con l'Unione Europea, le tecniche e gli strumenti di gestione dei progetti e del partenariato, il monitoraggio e la valutazione, la gestione economico-finanziaria e la rendicontazione. Anche in questo caso l’interattività tra docenti e allievi riveste un’importanza cruciale per l'ottimale riuscita del corso: per questo è lasciato ampio spazio a domande ed esercitazioni. 
Entrambi i percorsi durano ciascuno una settimana a tempo pieno, durante la quale sono previste iniziative collaterali e servizi aggiuntivi, che variano a seconda delle edizioni: approfondimenti, seminari facoltativi, ecc.
Il Centro offre inoltre seminari specialistici, di progettazione su varie tematiche: ambiente, ricerca, cooperazione territoriale, apprendimento permanente, ecc. solitamente in concomitanza con l’uscita di bandi particolarmente rilevanti. I seminari hanno normalmente una durata di una o due giornate, e si concentrano su un bando o su un programma specifico di particolare complessità e attualità, oppure su temi di rilevanza trasversale. 
Il Centro è in grado di concludere convenzioni e accordi con enti e imprese che avessero la necessità di formare un numero rilevante di persone, orientando e terminando la formazione alle loro specifiche esigenze, e realizzando direttamente le attività didattiche presso le strutture richiedenti.

http://www.europelago.it/dove.asp  
  
  
  
   euroreporter
  
   La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per “l’informazione europea su misura”, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall’Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti transfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie a iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.
Per visualizzare l’elenco cliccare il seguente link: http://www.euroreporter.eu 
  
  
  
  
  
  
  

  
  
   contatti
  

  

Per non ricevere la newsletter ciccare QUI
Eurosportello informa - Anno XIX N 7 – 2015
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/0999411 – Fax. 041/0999401
www.eurosportelloveneto.it e-mail: europa@eurosportelloveneto.it 

Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00
Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione: Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato: Roberto Bassetto, Chiara Bianchini, Marco Boscolo, Rossana Colombo, Irene Coppola, 
Bernd Faas, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Marcello Moi, Alessandra Vianello, 
Alessandro Vianello