Numero 15

30 Agosto 2009

16° edizione BIH FAIR ZEPS 2009 – Evento B2B - Zenica (Bosnia Herzegovina), 8 ottobre 2009
SOMMARIO:
Iniziative prossima attuazione
Normativa Comunitaria
Approfondimenti
Gare d'appalto
Ricerca Partner
Bandi Europei
Bandi Fondi Strutturali
Euro Cooperazioni
Sportello Europa Romania
Sportello Balcani
Sportello APRE
Eurocultura
Informazioni specializzate dall'UE, in collaborazione con  Euroreporter
Contatti

Desideriamo informarVi che il Business Service Center of Government of Zenica-Doboj Canton nell’ambito della Fiera in oggetto organizza un evento internazionale B2B tra le aziende della Bosnia Herzegovina (Regione di Zenica) e i Paesi partner (Italia, Croazia, Slovenia, Serbia, Montenegro e Ungheria).  
General Fair ZEPS è la più grande manifestazione fieristica della Bosnia Herzegovina e si svolgerà dal 6 all’11 ottobre p.v. a Zenica.  
In questo contesto Unioncamere del Veneto – Eurosportello invita le aziende venete operanti nei seguenti settori:

· Costruzione

· Metalmeccanico

· Legno

· Plastica

· Tessile

a partecipare al workshop durante la manifestazione fieristica ZEPS 2009 che si terrà l’8 ottobre 2009 a Zenica (Bosnia Herzegovina).  
Obiettivo principale degli incontri bilaterali è di incentivare la cooperazione transnazionale e di aumentare la competitività e la crescita delle PMI tramite l’organizzazione di incontri di business to business nell’ambito di importanti eventi fieristici e convegni internazionali.  
Rappresenta quindi una proficua occasione per incentivare lo sviluppo di relazioni commerciali e di cooperazione.  
Gli incontri bilaterali/commerciali tra le aziende si baseranno su un’agenda di lavoro personalizzata e prestabilita secondo le richieste di collaborazione della Vostra azienda.  
L’iscrizione al workshop è gratuita. I partecipanti dovranno farsi carico delle spese di viaggio, vitto e alloggio. L’Ente organizzatore si farà carico dei costi tecnici (area riservata agli incontri bilaterali, biglietti ingresso fiera, preparazione del materiale, servizio di interpretariato).  
Qualora interessati, Vi chiediamo gentilmente di inviare la scheda di adesione compilata a Unioncamere del Veneto – Eurosportello entro il 7 settembre 2009 al seguente numero di fax 041 0999401 o via e-mail rossana.colombo@eurosportelloveneto.it.  
Per maggiori approfondimenti su ZEPS 2009, Vi consigliamo di consultare il sito www.zeps.com .
Per eventuali ulteriori informazioni, Vi preghiamo di contattare la sig.ra Rossana Colombo/sig. Roberto Bassetto - tel. 041 0999411 - rossana.colombo@eurosportelloveneto.it e roberto.bassetto@eurosportelloveneto.it

 

 

HOME

 

 

INIZIATIVE DI PROSSIMA ATTUAZIONE

 

LINK AD ALTRE INIZIATIVE:
APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE D’INTERESSE - FORNITURA DI SERVIZI SPECIALISTICI E DI CONSULENZA PER UNIONCAMERE DEL VENETO - EUROSPORTELLO DEL VENETO
PROGRAMMA "ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORI"

ORIZON - FIERA, INCONTRI TRA AZIENDE E CONFERENZE SULL’AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE 
NÎMES (FRANCIA), 7-9 OTTOBRE 2009

OPPORTUNITA’ COMMERCIALI PER LE AZIENDE DEL VENETO DURANTE I FESTEGGIAMENTI DEL COLUMBUS DAY
NEW YORK, 5 -18 OTTOBRE 2009

MISSIONE ESPLORATIVA IN AZERBAIJAN

BAKU, 13-17 OTTOBRE 2009

Evento B2Fair ELMIA SUBCONTRACTOR 2009 - Jonkoping (Svezia), 11-12 novembre 2009

WATEC 2009 - THE 5TH INTERNATIONAL WATER TECHNOLOGIES & ENVIRONMENTAL CONTROL EXHIBITION & THE 2ND INTERNATIONAL CONFERENCE TEL AVIV (ISRAELE), 17-19 NOVEMBRE 2009 

SIAMAP 2009  
TUNISI, 18-22 NOVEMBRE 2009

TREVISO, 24 SETTEMBRE: IL CONTRATTO DI VENDITA INTERNAZIONALE

Unioncamere del Veneto e Treviso Glocal organizzano, in coordinamento con il sistema camerale del Veneto e con il patrocinio del Corpo Consolare di Venezia e della Banca Popolare di Verona, il prossimo 24 settembre, un evento su “Il contratto di vendita internazionale” indirizzato alle imprese. L’obiettivo dell’incontro è di fornire informazioni sui principali contratti di vendita internazionale in Europa e nei Paesi Terzi, in particolare negli USA, in Cina ed in Russia. L’incontro, che si terrà nella sede di Treviso Glocal (a Lancenigo di Villorba), vedrà l’intervento degli avvocati associati dell’Istituto ISSEI.
Per ulteriori informazioni potete contattare Eurosportello del Veneto (rif. Stefania De Santi e Sara Codognotto, tel. 041 0999411
europa@eurosportelloveneto.it ) o Treviso Glocal (tel. 0422 911417 info@trevisoglocal.it ).

Missione imprenditoriale in Serbia - Belgrado, Novi Sad e Kragujevac, 1-4 dicembre 2009

Aries (Azienda speciale della Camera di Commercio di Trieste), in collaborazione con Unioncamere, organizza una missione imprenditoriale in Serbia dall’1 al 4 dicembre 2009, volta a supportare le imprese italiane che intendono rafforzare i propri rapporti commerciali o individuare nuove opportunità di business nel paese. La Serbia infatti, paese non ancora all’interno dell’Unione europea, si presenta come uno dei mercati più attraenti per le aziende italiane, in prospettiva anche di possibilità economiche con la Russia , con cui vige un accordo di libero scambio.  La missione, che si articolerà in tre tappe (Belgrado, Novi Sad e Kragujevac), è rivolta ad imprenditori dei settori agricoltura, automobilistico, packaging e grafica, metalmeccanico ed ICT. La quota di partecipazione per azienda è di 400 euro + IVA; le manifestazioni di interesse devono pervenire entro e non oltre il 1 settembre. Per ulteriori informazioni si prega di contattare Nataša Ljubojev, dell’Area Internazionalizzazione di Aries, tel. 040 6701251, oppure internazionalizzazione@aries.ts.camcom.it

Settimana del MADE IN ITALY in Tunisia - Tunisi, 6-13 dicembre 2009

Dal 6 al 13 dicembre si terrà a Tunisi il progetto “ La Settimana del Made in Italy in Tunisia": Realizzazione di esposizioni specializzate nei settori d’eccellenza della produzione italiana”. I settori sui cui si terranno i saloni sono quelli dell’agroalimentare, del turismo, del sistema casa e arredo e della moda-persona. Obiettivo della manifestazione è valorizzare e promuovere le produzioni manifatturiere ed il know-how italiani in una paese dalle grandi potenzialità commerciali con l’Italia. Il progetto prevede la realizzazione di quattro saloni, organizzati in due moduli: dal 6 al 10 dicembre i saloni dell’agroalimentare e del turismo, e dal 9 al 13 i saloni del sistema casa-arredo e del sistema moda-persona. Le aziende italiane che parteciperanno avranno a disposizione uno stand in cui poter promuovere i propri prodotti ed accogliere gli operatori tunisini del settore. La manifestazione prevede anche incontri bilaterali, azioni dimostrative, seminari tematici e visite aziendali. 
Per aderire all’iniziativa è necessario inviare il modulo di adesione in allegato entro il 29 maggio 2009 a: 
i
nternazionalizzazione@intercooper.it

Per ulteriori informazioni in merito si prega di consultare il sito dell’evento: www.madeinitalyintunisia.com o di rivolgersi all’Associazione Intercooper, tel. 0824 24080 o di scrivere a internazionalizzazione@intercooper.it oppure a cooperazione@intercooper.it .

 

 

HOME

 

 

NORMATIVA COMUNITARIA

POLITICA SOCIALE

REGOLAMENTO (CE) N. 664/2009 del Consiglio del 7 luglio 2009 che istituisce una procedura per la negoziazione e la conclusione di accordi tra Stati membri e paesi terzi riguardanti la competenza, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale, in materia di responsabilità genitoriale e di obbligazioni alimentari, e la legge applicabile in materia di obbligazioni alimentari (GUUE L 200/2009)

DECISIONE della Commissione del 23 luglio 2009 che modifica la decisione 2008/458/CE recante modalità di applicazione della decisione n. 575/2007/CE del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il Fondo europeo per i rimpatri per il periodo 2008-2013 nell’ambito del programma generale «Solidarietà e gestione dei flussi migratori», relative ai sistemi di gestione e di controllo degli Stati membri, alle norme di gestione amministrativa e finanziaria e all’ammissibilità delle spese per i progetti cofinanziati dal Fondo [notificata con il numero C(2009) 5453] (GUUE L 210/2009)

POLITICA ECONOMICA E MONETARIA (LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI)

RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sulla mobilitazione del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione nel 2008 COM(2009) 394 definitivo

 

TUTELA DELLA PROPRIETA’ INTELLETTUALE, BREVETTI, MARCHI

DECISIONE della Commissione del 9 luglio 2009 che stabilisce i criteri per l’attribuzione del marchio comunitario di qualità ecologica alle calzature [notificata con il numero C(2009) 5612] (Testo rilevante ai fini del SEE) (2009/563/CE) (GUUE L 196/2009)

DECISIONE della Commissione del 9 luglio 2009 che stabilisce i criteri ecologici per l’assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica ai servizi di campeggio [notificata con il numero C(2009) 5618] (Testo rilevante ai fini del SEE) (2009/564/CE) 
(GUUE L 196/2009)

 

POLITICA REGIONALE E COORDINAMENTO DEGLI STRUMENTI STRUTTURALI 

DECISIONE dell’Autorità di Vigilanza EFTA N. 313/06/COL del 25 ottobre 2006  che modifica per la cinquantanovesima volta le norme procedurali e sostanziali in materia di aiuti di Stato introducendo un nuovo capitolo 10.B — aiuti di Stato destinati a promuovere gli investimenti in capitale di rischio nelle piccole e medie imprese (GUUE L 184/2009)  

 

TUTELA DELLA SALUTE

RELAZIONE della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo sull'esperienza acquisita nell'applicare i regolamenti in tema di igiene (CE) n. 852/2004, (CE) n. 853/2004 e (CE) n. 854/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 29 aprile 2004 {SEC(2009) 1079}
 
COM(2009) 403 definitivo

 

CONSUMATORI

DIRETTIVA 2009/106/CE della Commissione del 14 agosto 2009 recante modifica della direttiva 2001/112/CE del Consiglio concernente i succhi di frutta e altri prodotti analoghi destinati all’alimentazione umana (GUUE L 212/2009)

 

UNIONE DOGANALE E LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI

RELAZIONE della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sull'attuazione e sul funzionamento del regime di traffico frontaliero locale introdotto con regolamento (CE) n. 931/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce norme sul traffico frontaliero locale alle frontiere terrestri esterne degli Stati membri COM(2009) 383 definitivo

 

ISTRUZIONE – FORMAZIONE

DECISIONE della Commissione del 7 agosto 2009 circa il contributo finanziario dalla Comunità per il 2009 relativo ad un progetto pilota di due anni nel campo della qualità dell'aria nelle scuole (2009/604/CE) (GUUE L 206/2009)

PESCA

REGOLAMENTO (CE) N. 710/2009 della Commissione del 5 agosto 2009 che modifica il regolamento (CE) n. 889/2008 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio per quanto riguarda l'introduzione di modalità di applicazione relative alla produzione di animali e di alghe marine dell'acquacoltura biologica (GUUE L 204/2009)

 

HOME

 

 

APPROFONDIMENTI

SITUAZIONE EUROPEA E VENETA DEL SETTORE TURISTICO: 
I RISULTATI PRELIMINARI DELLA CONSULTAZIONE DI EUROSPORTELLO PER DG IMPRESA E INDUSTRIA DELLA CE

A seguito del Forum Europeo sul turismo tenutosi a Bordeaux nel settembre 2008, la DG Impresa e Industria della Commissione Europea ha condotto uno studio approfondito sull’andamento della domanda e dell’offerta dell’industria del turismo in Europa con il fine di comprendere l’impatto dell’attuale situazione finanziaria sul turismo.
Il risultato di questo sondaggio è parte integrante di uno studio sulla competitività del settore del turismo in Europa che sarà pubblicato nel settembre del 2009.
L’Eurosportello del Veneto, quale intermediario ufficiale della DG Impresa nel territorio, ha partecipato attivamente a questo sondaggio interrogando 20 aziende del Veneto attive nei settori alberghiero, della ristorazione, delle agenzie di viaggio/tour operators e dei trasporti di persone. Il questionario somministrato alle aziende, prestabilito dalla Commissione Europea, comprendeva domande sul tipo di attività svolta e sulla stagionalità della stessa, sul trend e i cambiamenti dei consumi e dei gusti dei consumatori in atto, sull’impatto nellevloro attività dovuto a questi cambiamenti e sulle aspettative soggettive per il 2009.
I risultati per il Veneto registrati dall’Eurosportello evidenziano un’attività costante durante tutto l’anno per tutti i settori. Per quanto riguarda i cambiamenti nei consumi gli alberghi e i ristoranti dichiarano una diminuzione della domanda soprattutto del Nord America, dei nuovi stati membri e dell’Italia, ed un calo meno marcato per le agenzie di viaggio e per le società di trasporto di persone. 
I consumatori risultano, per tutti i settori analizzati, molto più attenti ai prezzi, al rapporto qualità/prezzo e all’ambiente, con un picco di preferenza per la qualità del servizio per le agenzie di viaggio e per il trasporto di persone.
L’impatto dei cambiamenti risulta influire sulle attività di tutti i settori e in particolar modo l’aumento dei costi ed con un conseguente rinvio degli investimenti. 
Per concludere, tutte le aziende si aspettano un impatto abbastanza negativo dell’attuale crisi economica sulle loro attività nel breve periodo causato principalmente dalla diminuzione dei clienti e dalla loro tendenza a spendere meno. 
Per consultare i risultati completi della consultazione sul turismo cliccare il seguente link: 

http://ec.europa.eu/enterprise/tourism/documentation/studies_and_publications/index_en.htm
.

 

CORNET: 8° BANDO TRANSNAZIONALE

Il 3 agosto u.s. si è aperto l’8° bando transnazionale dell’iniziativa europea CORNET (Collective Research Network), con scadenza il 30 ottobre 2009, finalizzata a promuovere progetti transnazionali di ricerca e sviluppo sperimentale a carattere collettivo, condotti da associazioni imprenditoriali in collaborazione con associazioni omologhe in altri Paesi che partecipano al bando. Possono partecipare al bando tutte quelle associazioni imprenditoriali senza finalità di lucro che dispongano di una o più unità locali ubicate in aree sotto-utilizzate del territorio nazionale dove svolgere almeno il 75% delle attività progettuali. Il 3 settembre p.v. si terrà a Vienna un Patnering Event sul bando, per facilitare l’incontro tra potenziali partners. Per ulteriori informazioni: www.riditt.it; www.cornet-era.net ; infocornet@riditt.it .

 

AIUTI DI STATO

Lo scorso 10 agosto la Commissione Europea ha pubblicato il bilancio delle misure prese dai diversi Stati membri per affrontare la crisi, con un  documento, disponibile al sito: 
www.ec.europa.eu/competition/state_aid/legislation/review_of_schemes_en.pdf
, che elenca gli aiuti di stato autorizzati tra l’inizio della crisi e luglio 2009. Da ottobre 2008 a luglio 2009 la Commissione ha infatti autorizzato 22 misure nazionali di aiuti di stato, con 11 programmi di garanzie, 6 di ricapitalizzazione e 5 con elementi sia di garanzie che di ricapitalizzazione, con un importo complessivo pari a circa 3200 miliardi di euro.

 

ERASMUS PER GIOVANI IMPRENDITORE - AVVIO DEI PRIMI SCAMBI

Dal lancio del nuovo programma europeo “Erasmus per giovani imprenditori” nel febbraio 2009, circa 700 imprenditori hanno fatto richiesta di partecipazione, un centinaio di scambi tra imprenditori nuovi e altri con esperienza provenienti da diversi Paesi europei sono attualmente in preparazione, e 20 di questi si terranno quest'estate.
Erasmus per giovani imprenditori è un’opportunità sia per i nuovi imprenditori sia per quelli che hanno già maturato esperienza; ciò che davvero conta è lo scambio di esperienze e il poter beneficiare degli input e delle idee di un nuovo imprenditore straniero.
Questi scambi commerciali, che durano da 1 a 6 mesi, coprono un’ampia gamma di settori che vanno dal design della gioielleria alla tecnologia dell’informazione e comunicazione (ICT) e si svolgono in tutta Europa.
Per gli imprenditori che stanno pianificando una propria nuova attività, o per quelli che l’hanno appena iniziata, è un’ottima chance per trascorrere del tempo in un altro Paese con un imprenditore di esperienza ed imparare da lui quelle preziose doti manageriali che saranno utili ad incrementare le possibilità di successo della propria azienda.
Erasmus per giovani imprenditori è finanziato dalla Commissione Europea e opera in tutta Europa con l’aiuto di più di 100 organizzazioni intermediarie locali e regionali competenti nel supporto delle aziende (ad esempio le Camere di Commercio, organizzazioni di supporto commerciale, centri di start-up…). La loro attività è coordinata a livello europeo da EUROCHAMBRES, l’Associazione delle Camere di Commercio e Industria europee, che fa da ufficio di supporto. 
Per maggiori informazioni, vi preghiamo di contattare:
Erasmus for Young Entrepreneurs Support Office
c/o EUROCHAMBRES
Avenue des Arts, 19 A/D – 1000 Brussels, belgium
Tel. +32 (0)2 282 08 73
Fax. +32 (0)2 280 01 91
Email: support@erasmus-entrepreneurs.eu

AIUTACI A MIGLIORARE LA NOSTRA NEWSLETTER

La Redazione di Eurosportello Informa propone un breve questionario di valutazione sul prodotto, al fine di migliorare e adeguare il servizio in base alle esigenze dei lettori. La Redazione invita pertanto i lettori a compilare, e rinviare via fax al numero 041.0999401, il questionario accedendo al link: http://www.eurosportelloveneto.it/documenti/questionario.doc .

 

HOME

 

 

GARE D’APPALTO

Visualizza le GARE D'APPALTO per lavori, servizi e forniture.
Per ricevere le gare selezionate in base al vostro settore d’attività, iscrivetevi al servizio gratuito
EUROAPPALTI .

 

HOME

 

 

RICERCA PARTNER

Ricerca le Idee progettuali di partner stranieri interessati a presentare progetti europei con partner italiani.

 

HOME

 

 

BANDI EUROPEI

Apri l’elenco completo dei bandi UE aperti, selezionati dalla Gazzetta ufficiale serie C e dai siti delle diverse Direzioni Generali della Commissione Europea.

 

HOME

 

 

BANDI FONDI STRUTTURALI

Programma operativo F.S.E. 2007-2013. Asse I "Adattabilità”. Realizzazione di interventi di riqualificazione e reinserimento occupazionale di lavoratori coinvolti in crisi aziendale, settoriale o professionale - Categoria di intervento 64
Scadenza: 15/09/2009

Per ulteriori informazioni:

http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/FSE+adattabilita+intervento+64+2008.htm

 

Programma Operativo Regionale FSE – Ob. Competitività Regionale e Occupazione - Reg. 1081/2006. Asse II Occupabilità. Piano annuale interventi formativi. Avviso progetti formativi settore restauro - utenza disoccupata – anno 2009. Apertura termini.
Scadenza: 15/09/2009

Per ulteriori informazioni:

http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/FSE+Formazione+restauro+2009.htm

 

Programma Operativo Regionale FSE e FESR – Politiche attive per il contrasto alla crisi. – Ob. Competitività Regionale e Occupazione - Asse I Adattabilità. Asse II Occupabilità - Avviso Linea 3 - anno 2009. Apertura termini.
Scadenza: 15/09/2009

Per ulteriori informazioni:

http://www.regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/FSE+Formazione+Linea+3+2009.htm

 

Programma Operativo Regionale FSE – Asse V Interregionalità e Transnazionalità – Presentazioni progetti interregionali e transnazionali rivolti alle imprese Anno 2009. Apertura termini.
Scadenza: 30.09.2009

Per ulteriori informazioni:

http://www.Regione.veneto.it/Bandi+Avvisi+Concorsi/Bandi/FSE+Formazione+progetti+interregionali+e+transnazionali+2009.htm

 

Programma Italia – Slovenia – Obiettivo 3:  bando pubblico per i progetti standard n. 2/2009. Apertura termini
Scadenza: 15.10.2009
Per ulteriori informazioni:
http://www.ita-slo.eu/progetti/bandi_pubblici/2009070115472171/

 

Programma IPA Adriatico – Obiettivo 3: bando per i progetti ordinari Priorità 1, 2 e 3.
Per ulteriori informazioni:

http://www.adriaticipacbc.org/

 

GUIDA AI FINANZIAMENTI DELL'UNIONE EUROPEA
Si informa che sul sito di Eurosportello del Veneto è disponibile la Guida ai finanziamenti dell'Unione Europea 2009. 
Per scaricarla:
  http://www.eurosportelloveneto.it/pubblicazioni/GUIDA2009.pdf

 

HOME

 

 

EURO COOPERAZIONI

Visualizza l’elenco delle aziende straniere che cercano cooperazioni internazionali

 

HOME

 

 

SPORTELLO EUROPA ROMANIA

Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalle autorità romene nel periodo 2007-2013. E’ il risultato di un accordo tra alcune istituzioni italiane che da tempo operano in Romania per sostenere l’imprenditoria italiana nei suoi processi di internazionalizzazione, e che vantano notevole esperienza nella gestione di programmi comunitari.
Lo Sportello, istituito presso la Camera di Commercio italiana per la Romania , fornisce informazioni a tutti gli imprenditori italiani desiderosi di saperne di più sui fondi strutturali e sulle opportunità di finanziamento che questi offrono.

Sportello Europa Romania
c/o Camera di Commercio italiana per la Romania
Tel: +40 (0)21 310.23.15/16/17
Fax: +40 (0)21 310.23.18
E-mail: sportelloeuropa@cameradicommercio.ro
Str. Franceza 13 – 2° piano
030102 Bucarest – Romania
Referente: Matteo Peri

NEWS FONDI STRUTTURALI

Programma Operativo Crescita della Competitività Economica (POS CCE)
In solo 45 minuti esauriti i fondi per l’internazionalizzazione !

Lunedì 10 agosto si è aperta l’iscrizione on-line per i progetti a supporto dell’accesso a nuovi mercati e per l’implementazione degli standard internazionali (Asse 1 POS CCE).
In soli 45 minuti dal lancio i fondi per l’accesso a nuovi mercati e per l’internazionalizzazione si sono volatilizzati – hanno dichiarato i responsabili dell’OI.
68 PMI hanno manifestato la volontà di promuovere i prodotti e i servizi offerti attraverso la partecipazione ad esposizioni e fiere internazionali, la produzione di materiale promozionale, la realizzazione di un sito, etc. Il budget stanziato per questo bando è di 15,05 milioni di RON e il valore totale dei progetti sinora registrati ammonta a circa il doppio. La ragione dell’esaurimento dei fondi sta nel fatto che la maggior parte delle PMI ha richiesto un finanziamento di oltre 800.000 RON (il valore massimo che può essere erogato ammonta a 860.000 RON). Il raggiungimento del valore massimo è la diretta conseguenza del fatto che, quest’anno, è possibile richiedere un contributo per partecipare a più fiere/esposizioni, a differenza dell’anno scorso quando la richiesta di finanziamento riguardava la partecipazione ad un solo evento promozionale. Le PMI possono comunque continuare a presentare progetti per l’adozione degli standard internazionali.

Programma Nazionale di Sviluppo Rurale (PNSR)
Coltivazioni irrigate con i fondi europei! Numero record di richieste di finanziamento presentate per l’infrastruttura rurale

I progetti aventi come obiettivo il miglioramento delle condizioni strutturali potranno essere finanziate dal Programma Nazionale di Sviluppo Rurale. I progetti possono essere di natura privata o pubblica e il proprietario/amministratore dovrà garantire il libero accesso all’infrastruttura realizzata. Secondo l’atto normativo adottato in data 5 agosto 2009 il contributo pubblico coprirà il 100% delle spese eleggibili. “Abbiamo dato la possibilità di finanziare la costruzione dei sistemi di irrigazione destinati a sviluppare il sistema agricolo con i fondi comunitari” – ha dichiarato il Ministro dell’Agricoltura Ilie Sarbu.
Il provvedimento varato dal governo consente al sollecitante la presentazione di più progetti a valere sul Fondo Europeo per lo Sviluppo Rurale. Un sollecitante può inoltre proporre un progetto anche se al momento implementa un progetto finanziato dal Programma Sapard.

L’Agenzia per il Pagamenti per lo Sviluppo Rurale e per la Pesca (APDRP) ha ricevuto nel periodo 15 giugno – 31 luglio 2009 1.669 progetti a valere sulla misura 322 – “Rinnovo e sviluppo dei villaggi”.
Il valore delle richieste di finanziamento presentate supera i 4 miliardi di euro, un valore nettamente superiore al budget del bando che ammonta a 738 milioni di euro. Il maggior numero di progetti è stato presentato nella Regione Sud-Muntenia (309 richieste) e Nord-Est (303). Nel periodo 2007-2013 la misura 322 dispone complessivamente di 1,54 miliardi di euro per il finanziamento di diverse azioni, tanto di infrastruttura rurale quanto di servizi per la popolazione locale e per la conservazione delle tradizioni.

Varie
POS CCE: l’unico programma operativo con un grado di assorbimento di oltre il 10%

Il grado di assorbimento dei fondi strutturali e di coesione ha registrato una evoluzione modesta nel periodo 30 giugno – 31 luglio, variando dal 5,01% al 5,45%. La somma totale dei pagamenti effettuati nei confronti dei beneficiari è stato di circa 1,3 miliardi di RON – questo è quanto emerge da uno studio pubblicato dall’Autorità di Coordinamento degli Strumenti Strutturali il 31 luglio 2009.
L’unico programma operativo il cui grado di assorbimento supera il 10% è il POS CCE, dove la percentuale dei pagamenti in rapporto al bugdet stanziato è del 15,5%.
Secondo i dati resi pubblici a fine luglio, a livello di tutti i programmi operativi, sono stati registrati:  

  • 9.737 progetti presentati;
  • 2.382 progetti approvati;
  • 1.579 contratti di finanziamento stipulati;
  • 2.081 progetti in fase di valutazione.

Nel periodo osservato il numero di progetti presentati è cresciuto di circa il 10%; tale incremento è dovuto in modo particolare ai progetti presentati nell’ambito del POS CCE (Programma Operativo Crescita delle Competitività Economica). Dei 906 progetti presentati in luglio, oltre la metà, e cioè 464, è stata presentata a valere su tale programma.
Nel POR il numero dei progetti è cresciuto del 9,53%, da 1950 a fine giugno si è passati a 2136 al 31 luglio 2009.
Quanti ai progetti approvati, il POS DRU (Programma Operativo Sviluppo Risorse Umane) e il POS CCE sono in testa, con una crescita pari rispettivamente a 14,66% e 9,4%.
Il numero dei contratti di finanziamento stipulati è cresciuto del 10,5% (da 1429 a 1579), con un incremento significativo nel POD CA (Programma Operativo per lo Sviluppo delle Capacità Amministrative) pari al 21%.

 

 

HOME

 

 

SPORTELLO BALCANI

Finanziamento BEI ed UNICREDIT per BalcaniI

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI), con circa 11 miliardi di euro, ed Unicredit italiana, con 1.2 miliardi di euro, contribuiranno quest'anno all’assistenza delle economie dei paesi dell’ Europa centrale ed orientale. Tale progetto, che si colloca nell’ambito dell’implementazione dell’action plan della BEI e della BERS (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo), che prevede un totale di 24.5 miliardi di euro di finanziamenti, andrà principalmente a sostegno delle piccole e medie imprese locali, per cercare di coprire i danni causati dall’attuale crisi mondiale. 

NEWS CROAZIA
Finanziamenti BERS alla Privredna Banka Zagreb

La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha recentemente firmato un accordo di prestito, per un importo totale di 100 milioni di euro, con l’istituto bancario croato Privredna Banka Zagreb (PBZ - Gruppo Intesa Sanpaolo). Tale somma sarà infatti equamente distribuita tra il finanziamento alle PMI locali, in modo tale da avere assicurata una linea di credito continua, e tra gli esportatori croati, nell’ambito del programma per il finanziamento degli scambi commerciali Trade Facilitation Program.

NEWS SERBIA

Aiuto di bilancio per la Serbia

Nei giorni scorsi la Commissione europea ha deciso di trasformare una somma pari a 100 milioni di euro, provenienti dallo Strumento di preadesione per la Serbia , in un aiuto di bilancio per il Paese stesso, che verrà erogato in due frazioni, la prima entro l’autunno di quest’anno e la seconda entro il primo semestre del 2010. L’importo in questione servirà infatti ad aiutare il Paese a proseguire nelle riforme connesse al processo di integrazione nell’Unione europea. La Commissione europea ha inoltre disposto il rispetto, da parte della Serbia, degli accordi con il Fondo Monetario Internazionale e di specifiche condizioni legate alla riforma dell’amministrazione delle finanze pubbliche ed all’applicazione delle legislazioni adottate di recente nei settori della concorrenza e del controllo degli aiuti di stato.

 

Prestito EBDR alla Serbia

La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (EBDR) ha disposto un prestito di 150 milioni di euro per la Serbia , per il finanziamento della costruzione della sezione dell’autostrada transeuropea sul Corridoio 10, da Nis a Dimitrovgrad. Tale opera, uno dei dieci corridoi transeuropei strategicamente importanti, consentirà alla Serbia di accede in maniera più agevole agli scambi internazionali che interessano il paese. L’EBDR ha finora investito in Serbia più di 1.5 miliardi di euro.

 

Crescita degli investimenti italiani in Serbia 

Il ministro dell’economia e dello sviluppo serbo, Mladjan Dinkic, ha evidenziato che gli investimenti italiani in Serbia sono cresciuti fino a raggiungere quota 800 milioni di euro, portando l’Italia tra i primi cinque investitori nel paese. Prima dell’arrivo della Fiat, gli investimenti in Serbia sono giunti da piccole e medie imprese. Allo stato attuale gli istituti di credito italiani sono tra i primi nel settore bancario locale, con una quota del 25%, mentre le società assicurative italiane coprono il 44% del mercato assicurativo serbo.  

 

Programma Transnazionale IPA fra Serbia e Montenegro

La Commissione europea ha adottato il programma transnazionale IPA fra Serbia e Montenegro del valore complessivo di  1,1 milione di euro, di cui 600.000 euro per il Montenegro e 500.000 euro per la Serbia. Il bando, che si è aperto in data 25/06/09, ha scadenza il 23 settembre 2009. Per ulteriori informazioni: http://www.cbcsrb-mne.org .

 

BANDI IN SERBIA:

- Il Ministero dell’Economia e dello Sviluppo regionale ha bandito nei giorni scorsi un concorso pubblico per la selezione del co-investitore per la costruzione di un hotel sul monte Stara Planina, con annessa struttura commerciale e ricreativa. Il bando di concorso consta di due inviti pubblici, il primo legato alla nuova località Konjarnik, in cui è situato il capolinea di partenza della funivia, e il secondo alla località turistica Jabucko Ravniste. I soggetti interessati possono comprare la documentazione relativa al concorso entro 20 giorni dalla data di pubblicazione dell’invito; le offerte saranno aperte 40 giorni dopo la pubblicazione dell’invito. Il valore dell’investimento stimato in circa 50 milioni di euro. II diritto relativo alla costruzione del complesso alberghiero sarà concesso al co-investitore che offrirà le migliori condizioni; una delle clausole fondamentali presenti nel bando è che almeno il 15% del valore della costruzione resti di proprietà dello Stato.
-
Il 4 agosto è stato pubblicato una bando della Commissione Europea per eco-innovation di 30 milioni di euro. Scadenza: 10 settembre 2009. Maggiori informazioni su:
http://ec.europa.eu/environment/eco-innovation/application_en.htm

http://ec.europa.eu/environment/etap/ecoinnovation/index_en.htm

 

 

NEWS BOSNIA-ERZEGOVINA

- La Commissione europea ha stanziato un aiuto finanziario dell’importo totale di 39 milioni di euro per la Bosnia-Erzegovina , a titolo dello strumento di preadesione per aiutare il paese a lottare contro gli effetti della crisi economica. Tale somma è destinata al finanziamento di investimenti nelle infrastrutture di trasporto, ambientali ed energetiche ed aiuti alle PMI. Saranno inoltre assegnati dei fondi all’agenzia bosniaca di garanzia dei depositi bancari affinché sia impedita la fuga di capitali. Nei prossimi mesi verrà approvato per il paese un programma a favore della prosecuzione degli sforzi nazionali in materia di rafforzamento istituzionale.

 

HOME

 

 

                 SPORTELLO APRE

REGOLAMENTO (CE) N. 663/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009 che istituisce un programma per favorire la ripresa economica tramite la concessione di un sostegno finanziario comunitario a favore di progetti nel settore dell’energia (GUUE L 200/2009)

REGOLAMENTO (CE) N. 723/2009 del Consiglio del 25 giugno 2009 relativo al quadro giuridico comunitario applicabile ad un consorzio per un'infrastruttura europea di ricerca (ERIC) (GUUE L 206/2009)

DIRETTIVA 2009/72/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009 relativa a norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica e che abroga la direttiva 2003/54/CE (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 211/2009)

DIRETTIVA 2009/73/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 luglio 2009 relativa a norme comuni per il mercato interno del gas naturale e che abroga la direttiva 2003/55/CE (Testo rilevante ai fini del SEE) (GUUE L 211/209)

CONSULTAZIONE ONLINE SULL’ FP7

La Commissione Europea ha aperto una consultazione on-line circa la semplificazione della partecipazione ai Programmi Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico.
Per contribuire all'indagine sarà sufficiente compilare un questionario online andando al link:

http://ec.europa.eu/yourvoice/ipm/forms/dispatch?form=SimpleIdeas
.

La consultazione è aperta fino al 15 settembre 2009.

MASTER IN INNOVATION AND KNOWLEDGE TRANSFER (MIT)

Nel novembre 2009 verrà avviato il Master universitario di II livello riconosciuto dal Politecnico di Milano e gestito da AREA Science Park, MIP - la business school del Politecnico di Milano - e Netval - il network per la valorizzazione della ricerca universitaria. Si tratta di un percorso innovativo per la specializzazione nel management dell’innovazione ed in particolare per la qualificazione del “Broker tecnologico”.
Il corso, che si rivolge in prima istanza ad utenza occupata presso Agenzie che fanno o intendono fare trasferimento tecnologico, insiste sull’apprendimento attivo, ovvero su un’attività di “palestra” la quale utilizza le strutture di trasferimento tecnologico di Area Science Park per un “imparar facendo” che fa tesoro di un patrimonio di esperienza particolarmente innovativo per il nostro Paese.

Per maggiori informazioni e per scaricare la brochure illustrativa del Master, potete visitare la seguente pagina web:
 
www.area.trieste.it/mastermit .

RIAPERTURA CANDIDATURE EDIZIONE 2009 DEL PREMIO SAPIO PER LA RICERCA ITALIANA

Il Premio Sapio per la Ricerca Italiana nasce nel 1999 con l'obiettivo di dare impulso alla Ricerca scientifica in Italia, offrendo a studiosi e ricercatori l'opportunità di avere una vetrina nazionale per far conoscere il proprio lavoro, per promuovere e dare spazio a contributi in settori determinanti per il miglioramento della qualità della vita.
I Premi messi in palio, che verranno assegnati ai ricercatori più meritevoli, sono riservati a rilevanti contributi, anche interdisciplinari, per l’avanzamento della ricerca in campo tecnico-scientifico e socioeconomico, conseguiti nel corso del triennio precedente alla data di pubblicazione del bando di concorso.
Per maggiori informazioni :
Segreteria Organizzativa: dott.ssa Stefania Pellegrini 
tel 051/273062 - fax 051/6569327
e-mail: relazioniesterne@premiosapio.it - web:
www.premiosapio.it .

ENEA E CNA COLLABORANO PER LA GREEN ECONOMY  

L’obiettivo è riqualificare le imprese con gli strumenti dell'efficienza energetica e della sostenibilità ambientale. Per questo CNA ed ENEA hanno firmato una convenzione per avviare una collaborazione in materia di formazione e qualificazione. Grazie alle sinergie di intenti con l’Ente Nazionale per l’Energia e l’Ambiente, le piccole e medie imprese associate alla CNA potranno disporre di maggiori competenze in fase di programmazione e avranno la possibilità di qualificare le professionalità nei settori della generazione distribuita, dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili
Nascerà così, sul scala nazionale, di una rete di micro, piccole e medie imprese competenti e qualificate ad operare secondo i principi di efficienza e sostenibilità, a cui i consumatori possono rivolgersi per installazioni e manutenzioni di impianti, nonché per la progettazione e l’edilizia sostenibile. Da non sottovalutare anche il ritorno occupazionale: con la concretizzazione di questo accordo, la CNA stima una crescita nel settore di circa 200mila unità. 

Questo l’iter del progetto: prima di tutto si svilupperanno dei percorsi di formazione mista, in presenza e a distanza per meglio coniugare il lavoro con la formazione. Poi si qualificherà il personale delle PMI e infine si individuerà una procedura per il rilascio di un “marchio di qualità” per le imprese che impiegano personale qualificato.

GSE E REMUNERAZIONE ENERGETICA 

Il GSE fa ordine nei contratti di dispacciamento dell’energia e si organizza per il pagamento degli arretrati. 
Il gestore del servizio elettrico, infatti, ha da poco definito che quanti hanno immesso energia elettrica in rete – in assenza del contratto di dispacciamento a causa di ritardi nel completamento dell’istanza per l’ammissione al regime di ritiro dedicato - possono richiedere la ricomprensione nel ritiro dedicato per il periodo di mancanza del contratto (rif. articoli 4 e 5 della delibera AEEG ARG/elt 91/09). 

Per ottenere la remunerazione dell’energia immessa in rete, i produttori devono presentare un’istanza al GSE che indichi, in primo luogo il periodo per il quale si chiede la ricomprensione nel ritiro dedicato a patto che tale periodo non inizi prima dell’1 gennaio 2008, data di efficacia della deliberazione n. 280/07. Si dovranno specificare inoltre la quantità di energia elettrica oggetto di ricomprensione e le eventuali cause, opportunamente documentate, indipendenti dalla propria volontà che hanno comportato l’impossibilità di presentare e/o completare l’istanza di ammissione al regime di ritiro dedicato, ovvero l’impossibilità di concludere un regolare contratto di dispacciamento in immissione. 
La documentazione dovrà essere inviata al GSE via fax allo 06 80114290 o via mail a ritirodedicato@gse.it.

IREX: RINNOVABILI IN BORSA 

È in continuo aumento l’interesse per Irex (Italian renewables index) l’indice che monitora quotidianamente l’andamento in Borsa delle società impegnate nelle energie rinnovabili. Dopo aver toccato il minimo di 9.320 punti il 16 settembre 2008, l’indice ha raggiunto il massimo di 11.306 a fine luglio 2009. Questo indicatore permette di capire e tenere sotto controllo un comparto strategico in ambito produttivo, politico e finanziario.
Sono nove le aziende utilizzate come base di calcolo dell’Irex, quelle cioè che hanno come core business esclusivo o prevalente le energie rinnovabili: Alerion, Actelios, Erg Renew, ErgyCapital, Greenvision, K.R.Energy, Kerself, Kinexia e TerniEnergia. La loro capitalizzazione totale è pari a circa un miliardo di euro e l’Irex ne traccia l’andamento in Borsa dal 2 aprile 2008 (base 10mila punti). 
Come commenta Alessandro Marangoni , professore alla Bocconi e ceo di Althesys “il comparto delle energie rinnovabili è uno tra i più dinamici della green economy, al quale guardano sempre più investitori e mercati finanziari. Il settore è uno dei pochi in forte crescita in questa fase di crisi generalizzata: nel 2008 in Europa oltre la metà della nuova capacità produttiva del settore elettrico è stata generata da fonti pulite. Eolico e fotovoltaico, in particolare, hanno fornito 13.600 MW su 24mila totali”. 
Nel complesso infatti il settore italiano delle “nuove rinnovabili” (eolico e fotovoltaico) ha una capacità installata di circa 4 mila MW, che secondo le stime di Althesys – l’agenzia che ha sviluppato l’indice Irex - aumenterà di altri 7.500 megawatt nei prossimi cinque anni con investimenti al 2020 previsti fino a 100 miliardi di euro.

 

RAEE: NOVITÀ PER PRODUTTORI E COMUNI 

Manca esattamente un mese allo scadere – per gli Enti comunali - del termine per presentare domanda di finanziamento di nuovi centri di raccolta dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Scadenza che si inserisce in un contesto normativo che da poco obbliga i produttori al finanziamento della gestione di rifiuti di apparecchiature di illuminazione.
Comuni, Unioni di Comuni e Consorzi di Comuni, dunque, hanno tempo fino al 21 settembre 2009 per presentare proposte riguardanti l’erogazione di contributi per realizzare nuovi centri di raccolta comunali dei rifiuti di RAEE o per l’adeguamento di quelli esistenti. Lo prevede l’Avviso pubblico dell’ANCI del 22 giugno scorso, con un programma che intende privilegiare gli interventi progettuali che possano facilitare la fruibilità per gli utenti, l’operatività per gli addetti agli stessi centri di raccolta, l’agibilità per i soggetti responsabili del ritiro, nonché la tempistica e gli aspetti paesaggistici e di innovazione. 
I rifiuti Raee muovono un giro d’affari sensibile: sono quasi tremila i centri di raccolta serviti dal sistema di raccolta, pari a quasi l’80% della popolazione italiana, seppur con un considerevole divario territoriale. L’Emilia Romagna e il Veneto, ad esempio, contano centinaia di centri di raccolta che servono rispettivamente il 99,5% e il 94% della popolazione, mentre in Sicilia sono presenti solo 28 centri per una popolazione servita pari al 25,7%.

VISUALIZZA  TUTTI I BANDI DI RICERCA APERTI

 

HOME

 

 

EUROCULTURA

Eurocultura, fondata nel 1993, è un'associazione culturale con sede a Vicenza, che si è assegnata il compito di facilitare i propri soci nella realizzazione di attività di lavoro, stage, volontariato e formazione all'estero. Il suo obiettivo è di fornire un quadro completo sia delle opportunità all'estero sia delle difficoltà da superare, il che permette ai soci di trovare l'offerta adeguata alle proprie necessità.  

Eurocultura
Via del Mercato Nuovo, 44/G
36100 Vicenza
tel. 0444 - 964 770
fax 0444 - 960 129
info@eurocultura.it
 
www.eurocultura.it

 

OPPORTUNITA’ DI STAGE

Linux a Le Bourg (Francia)

La Linux Coaching Organisation è un'organizzazione non profit con l'unico scopo di promuovere GNU/Linux e la filosofia che sta alla base del progetto, una piattaforma libera e aperta a tutti.
Si propone di assistere tutte le persone impegnate nella gestione delle tecnologie informatiche e tutti coloro che desiderano cambiare, aiutandoli a prendere confidenza nel nuovo mezzo.
L'organizzazione offre un tirocinio presso i suoi offici nella Francia rurale della regione del parco naturale del Livradois-Forez, in un centro interamente costruito dalle infrastrutture di Linux. Windows non è mai arrivato.
Il tirocinio sarà svolto in base alle esigenze di ogni tirocinante. Durante il periodo di apprendimento presso l'organizzazione si impareranno tutti i livelli di utilizzo di GNU/Linux, cybercafe, office, networking, wifi, gaming, interattività e molto di più.
Non ci sono requisiti particolari tranne la conoscenza di inglese e francese, ma è evidente un interesse in Linux e un percorso di studi adatto. Si può programmare un tirocinio anche attraverso la propria università.
Il tirocinio inizierà secondo gli accordi presi e durerà almeno 3 mesi. Non è previsto un rimborso, ma si può tranquillamente calcolare un centinaio di euro per vitto e alloggio. 

LCO-France

Le Bourg,
St Alyre d'Arlanc,
Puy-de-Dome,
FR- 63220
Tel./Voicemail/Fax: +33 (0)47 37 24 711
Skype 'lcofrance'
info@linuxcoaching.org
www.linuxcoaching.org

 

Workshop Careers Abroad a Vicenza

Regno Unito: sabato, 12 settembre 2009 ore 10.00-14.00
Germania: sabato, 26 settembre 2009 ore 10.00-14.00

Trovare il lavoro qualificato all'estero è una opportunità sempre più concreta. Molti paesi comunitari manifestano una notevole carenza per determinati profili professionali.

Nei prossimi anni, passata la crisi attuale, questa tendenza aumenterà, offrendo ad un numero crescente di persone la possibilità di impieghi a tempo determinato e indeterminato nei mercati del lavoro oltre i confini dell'Italia.

Nei workshop "Careers Abroad" Bernd Faas, esperto di mobilità internazionale, illustra in dettaglio come impostare la ricerca del lavoro sin dall'inizio: dalla raccolta di informazioni alla preparazione linguistica ed interculturale, da una ricerca mirata alla presentazione della candidatura.

Quota di iscrizione ad un workshop:
€ 50,00 (socio Eurocultura € 20)

Per ulteriori informazioni contattare:
Eurocultura
Tel. 0444/96 47 70
info@eurocultura.it
www.eurocultura.it


BENE A SAPERE
Associazione Studentesca Internazionale 

Le associazioni studentesche internazionali sono promosse e costituite da studenti universitari e neolaureati, motivati, interessati alle tematiche e alle relazioni internazionali, disposti ad operare in maniera volontaria.
Sono organizzazioni apolitiche, indipendenti, senza scopo di lucro e accettano membri senza distinzione di razza, colore della pelle, genere, orientamento sessuale, religione, nazionalità, origine etnica e sociale.
Lo scopo delle associazioni studentesche è innanzitutto quello unire gli studenti, di rappresentarne gli interessi e di organizzare attività utili a completarne la formazione e a svilupparne il potenziale.
In genere hanno anche fini più ampi come lo sviluppo dell’iniziativa e dell’autostima degli studenti, la creazione di reti, la cooperazione transnazionale, la dimensione internazionale nell’istruzione, l’organizzazione di stage all’estero.

www.aegee.org

AEGEE Association des Etats Généraux des Etudiants de l'Europe  

www.aiesec.org
AIESEC Association Internationale des Etudiants en Sciences Economiques et Commerciales (originariamente per economisti, ora aperta a studenti di qualsiasi disciplina)

www.iaeste.org
IAESTE International Association for the Exchange of Students for Technical Experience

www.elsa.org 
ELSA European Law Students’ Association

www.esn.org
ESN Erasmus Student Network

 

 

HOME

 

 

INFORMAZIONI SPECIALIZZATE DALL’UE, IN COLLABORAZIONE CON EUROREPORTER

La Redazione di Eurosportello Informa, grazie alla collaborazione con Euroreporter, web site per “l’informazione europea su misura”, offre una rubrica di approfondimenti tematici dall’ Europa su: evoluzione normativa, giurisprudenza, consultazioni pubbliche, regolamentazione tecnica, progetti tansfrontalieri, conferenze e altri eventi, partenariati e accordi di settore, studi e rapporti di organismi pubblici o privati, posizioni delle associazioni di categoria europee o nazionali, azioni politiche e di lobbying, reazioni comunitarie ad iniziative nazionali o viceversa, progressi tecnologici, tendenze di mercato.Per visualizzare l’elenco cliccare il seguente link:
  http://www.euroreporter.eu/bollettino_quindicinale_word.asp .

 

HOME

 

 

CONTATTI

Per non ricevere la newsletter cliccare  QUI
Eurosportello informa - Anno XIII N 15 – 2009
Pubblicazione quindicinale di Eurosportello del Veneto
Via delle Industrie 19/d 30175 Venezia-Marghera Tel.041/0999411 – Fax. 041/0999401
 http://www.eurosportelloveneto.it E-mail: europa@eurosportelloveneto.it


Autorizzazione del Tribunale di Venezia n. 1376 del 15/12/00

 Direttore Responsabile: Gian Angelo Bellati
Comitato di redazione:  Roberta Lazzari, Francesco Pareti

Hanno collaborato:  Roberto Bassetto , Elisabetta Bianchini, Raskov Brankica, Sara Codognotto, Rossana Colombo, Erica Holland, Laura Manente, Filippo Mazzariol, Matteo Peri, Samuele Saorin, Dubravka Skopac,  Alessandra Vianello, Alessandro Vianello

 

HOME